Grande gara, che è il più famoso rally e auto da corsa

GRANDE GARA, CHE È IL PIÙ FAMOSO RALLY E AUTO DA CORSA

L’auto è un’auto molto versatile. Potrebbe essere un mezzo di trasporto comune usato per spostarsi da un posto all’altro, ma se lo vogliamo, ci permetterà di sperimentare un’avventura insolita e dare un potente impulso di adrenalina. Almeno durante il rally e le gare, centinaia di cui si svolgono ogni anno in tutto il mondo. Abbiamo scelto per voi il più famoso e interessante.

24 ore di Le Mans, GP Monaco, Rally Dakar-questi nomi sono probabilmente familiari a tutti gli appassionati di quattro ruote. Tuttavia, prima di passare a piste e piste leggendarie, proviamo a definire due concetti essenziali in questo contesto: in che modo le gare sono diverse dal Rally, perché non dovremmo usare questi Termini in modo intercambiabile.

In gare automobilistiche autisti di solito partecipano a gare, dove, dopo aver superato un certo numero di giri devono passare il traguardo davanti a rivali o completare più giri per un certo tempo.

Un pilota non ha bisogno di un pilota, ma spesso di un cambio. Corre non solo con il tempo, ma anche direttamente con altri piloti su strade asfaltate. A sua volta, durante le manifestazioni, le partenze si svolgono a intervalli di pochi minuti e non c’è rivalità diretta. Sulle piste vediamo automobili dotate di numerosi spoiler, diffusori, molto bassa e educativi di grande velocità, e in rajdówkach di maggiore importanza sono l’accelerazione, maneggevolezza della vettura in curva e una maggiore altezza da terra e le gomme hanno un più alto profilo. L’altra è la tecnica di guida dell’auto. Durante la gara, non vedremo lo slittamento, il taglio delle curve e il salto sulle colline, essendo per varietà la quintessenza del rally, ma possiamo ammirare la super velocità e le spinte eccitanti tra i piloti.

Dakar

L’equivalente di 24 ore di Le Mans nella categoria rally è il rally Dakar. I conducenti devono affrontare così tante sfide durante queste competizioni assassine che già il completamento dell’evento stesso è un grande successo. La rivalità dura diversi giorni, il percorso si svolge su strada, di solito deserta, e il successo dipende dalla riuscita collaborazione di piloti, piloti e meccanici, che molto spesso devono affrontare guasti alle auto esposte a condizioni meteorologiche estreme e terreni.

L’idea di organizzare tali competizioni è nata nel 1977 nella testa di Thierry Sabine, che si è perso nel deserto durante il rally di Abidjan-Nizza. Il francese è stato colpito dalla bellezza e dalla complessità delle rotte del deserto e ha deciso di organizzare un evento ciclico che si è svolto per la prima volta nel 1979. Infatti, fino al 2001 il percorso è passato dalla capitale francese, attraverso il deserto del Sahara, alla capitale del Senegal, Dakar, ma poi, per motivi di sicurezza, il rally ha cambiato rotta più volte e attualmente si svolge in Sud America. È interessante notare che la Dakar è aperta agli hobbisti, che di solito rappresentano fino all ‘ 80% dei partecipanti.

DAYTONA 500

Daytona 500

Questa è la gara più famosa della serie NASCAR (National Association Of Stock Car Auto Racing). Coinvolge auto di produzione, e il nome Daytona 500, come L’Indy 500, deriva da dove si svolge – Daytona Beach, in Florida, e la lunghezza della gara, che è di 500 miglia. L’arena della lotta è Daytona International Speedway. Le prime gare in formato 500 miglia è passato di qui nel 1959, quando ufficialmente aperta la pista, ma la tradizione di persecuzione a Dayton risale all’inizio del 20 ° secolo, quando la vicina spiaggia sono stati eliminati i record di velocità. Curiosamente, NASCAR ha contribuito … divieto. Molti conducenti di contrabbando di alcol hanno ridisegnato i loro veicoli per renderli più veloci e agili in modo da poter fuggire più facilmente dalla polizia e dagli agenti federali. Quando il divieto è finito, hanno lasciato le auto sportive in cui hanno iniziato a correre durante le competizioni che hanno organizzato. Nel corso del tempo, questa procedura è stata formalizzata creando NASCAR.

Lascia un commento